Passerella ciclopedonale – Perino e Coli (PC)

Descrizione

L’opera consiste in una passerella ciclopedonale realizzata tramite 2 archi a 3 cerniere in legno lamellare aventi una luce di circa 65 metri, supportanti un’impalcato costituito da traversi e correntini in legno lamellare ed un tavolato in larice.

L’impalcato è appeso tramite tiranti in acciaio.

Data la grande luce e la ridotta larghezza dell’impalcato, per evitare opere di controvento importanti sono stati realizzati due collegamenti per le sole azioni orizzontali al ponte adiacente esistente.

 

Progetto

L’opera è stata calcolata tramite un applicativo per telai tridimensionali.

Mentre per i carichi verticali questa tipologia di struttura non presenta problematiche particolari, per quelli orizzontali, a causa della ridottissima larghezza disponibile rispetto alla luce, nascono difficoltà per quanto riguarda la realizzazione delle opere di controvento.

In opere analoghe abbiamo dovuto prevedere importanti elementi di controvento esterni all’impalcato, oppure grosse tiranterie e briglie in legno a causa dei notevoli sforzi.

Per le azioni orizzontali l’impalcato si comporta infatti come una trave reticolare di luce pari a 65 metri circa ed altezza statica pari alla larghezza dell’impalcato, quindi circa 2.50 metri, dimensione troppo piccola per un comportamento statico efficiente.

Nel caso attuale, essendo presente a fianco un ponte carrabile esistente, si è optato per la creazione di due bielle di collegamento per i soli carichi orizzontali, in modo da spezzare la luce dell’impalcato in 3 elementi da 22 metri circa, riducendo quindi drasticamente le strutture di controvento necessarie.

 

Perino_V1

Perino_PiaSez

 

Perino_Sezione2   Perino_Cerniera Perino_V2

 

Posa in opera

La posa in opera è prevista per il mese di Marzo 2014.

 

Opera finita

Pubblicheremo le foto dell’opera finita non appena disponibili


Fortaleza – Copertura di centro commerciale

Descrizione dell’opera

L’opera consiste nella copertura di una grande piazza di centro commerciale a Fortaleza, brasile.

La copertura consiste in 7 portali in legno lamelare a grande luce (intorno ai 50 metri), a geometria curva.

L’insieme realizza una copertura che ricorda le onde marine.

Fortaleza_B  Fortaleza_A

 

Fortaleza_C  Fortaleza_D

 

Progettazione

I singoli portali sono stati analizzati, come d’uso per strutture di questa tipologia, tramite un applicativo per il calcolo di telai piani; qui di seguito viene riportato uno schema statico con i diagrammi delle azioni interne:

Fortaleza_C_1

L’intero edificio è poi stato analizzato tramite un programma di calcolo per telai spaziali per le verifiche sui carichi orizzontali.

Orditure secondarie e collegamenti sono stati verificati tramite l’applicativo TimberStruct creato da anni internamente allo studio proprio per risolvere le problematiche dei calcoli delle strutture lignee.

I calcoli sono stati eseguiti tramite gli Eurocodici, con i coefficienti generici europei.

Data la complessità dell’opera, tutti gli elaborati grafici sono stati ricavati da un unico disegno tridimensionale:

Fortaleza3d

Prefabbricazione elementi

L’opera, dovendo essere trasportata via nave in containers con dimensioni limitate ha richiesto una notevole opera di ingegnerizzazione per quanto riguarda la dimensione degli elementi, complicata dall’essere la maggioranza d questi curvi. Il container standard ha dimensioni approssimative di 12 m in lunghezza e 2 m in larghezza; ciò ha imposto la divisione di tutte le travi in legno in tronconi aventi quegli ingombri massimi, per poi giuntarli in opera. Data la distanza e l’impossibilità di effettuare modifiche sostanziali in cantiere, i portali principali sono stati preassemblati in stabilimento ed è stato effettuato un completo controllo geometrico degli stessi e delle piastre di connessione.

Qui di seguito, l’assemblaggio in stabilimento di uno dei portali principali ed una delle piastre d’appoggio al piede, per poter osservare le notevoli dimensioni in gioco:

Fortaleza_A_1  Fortaleza_A_3  Fortaleza_A_2 

 

Posa in opera delle strutture

L’inizio della posa in opera è previsto per Gennaio 2014

 

Opera finita

L’opera è attualmente in corso di prefabbricazione e trasporto in Brasile.


Associazione Nazionale degli Alpini – Chiesa a Fossa(AQ)

Descrizione dell’opera

Questa chiesa in Fossa (L’Aquila) è stata donata al comune dall’Associazione Nazionale degli Alpini nell’anno 2010, a seguito del recente terremoto avvenuto in quelle zone.

 

Progettazione

L’edificio è realizzato tramite struttura costituita da telai in legno lamellare e tamponamenti in pannelli OSB con interposto isolamento in fibra minerale.

L’edificio è stato analizzato tramite un programma di calcolo ad elementi finiti e disegnato tramite un applicativo CAD tridimensionale:

Onna4           Onna0

Montaggio delle strutture

La realizzazione è iniziata nel mese di Luglio 2010 e terminata nel mese di Novembre 2010. Di seguito alcune foto in fase di costruzione:

Onna2  Onna1  Onna3

 

Opera ultimata

Ed infine, alcune immagini dell’opera terminata:

Chiesa-Fossa   Chiesa-Fossa3   Chiesa-Fossa4

 


Centro di atletica Lauro Grossi – Parma

Descrizione dell’opera

Lauro Grossi è un centro sportivo che ospita una pista di atletica.

Realizzato su commessa del Comune di Parma, il centro di atletica Lauro Grossi richiedeva lo studio di una copertura in legno che non interferisse con le zone perimetrali, sebbene a fronte di una superfice importante: oltre 3.300 metri quadri.

I vincoli progettuali hanno portato alla costruzione di una copertura in legno lamellare tra le più ampie mai realizzate, con un’orditura sviluppata nel senso della lunghezza del campo sportivo e 5 imponenti archi che raggiungono una luce libera di ben 84 metri.

Questi ultimi, a geometria fortemente ribassata, sono composti da due elementi costituenti il classico schema a 3 cerniere spingenti su setti in cemento armato.

 

Montaggio delle strutture

La messa in opera, particolarmente impegnativa date le dimensioni degli elementi, ha richiesto 2 autogru per il posizionamento degli archi e la chiusura delle cerniere di colmo.

I semiarchi sono stati dapprima incernierati alla base sui setti in cemento armato e successivamente sollevati ciascuno con un’autogru fino a far coincidere gli elementi di cerniera di colmo, e quindi bloccati tramite perni in acciaio :

LauroGrossiCostruzione1  Parma-0005

Data la notevole luce, superiore ad 84 metri, e la snellezza degli elementi, questi ultimi sono stati vincolati a terra con funi in acciaio per stabilizzarli prima della messa in opera degli elementi di controvento, costituiti da puntoni in legno lamellare e croci di S. Andrea in acciaio:

Parma-0011  Parma-0023

 

In ultimo sono stati posti in opera i pilastri di facciata in legno lamellare e completati con i relativi traversi in acciaio:

Parma-0019  Parma-0041

 

Opera ultimata

LauroGrossiFinito1  LauroGrossiFinito2

 

LauroGrossiFinito3  LauroGrossiFinito4